My Name Is Lucy Barton

Sono in trepida attesa per l’imminente uscita del nuovo libro di Elizabeth Strout: “My Name Is Lucy Barton”. Non so ancora quale sarà il titolo italiano che sceglierà Einaudi per l’ultima fatica dell’autrice di Olive Kitteridge, uno dei romanzi più belli degli ultimi anni.

stro_9781400067695_jkt_all_r1.indd

Elizabeth Strout: “My Name Is Lucy Barton”

Ciò che mi incuriosisce maggiormente è il tema trattato, ovvero l’indagine sul rapporto tra  madre e figlia nell’età adulta. Immagino che con precisione chirurgica, la Strout abbia scansionato l’esatto momento in cui il passato, la vita di un tempo, quel piccolo mondo protetto che ha assicurato l’ infanzia e l’ adolescenza di ognuno di noi ad un giaciglio sicuro ma forse soffocante, incontra il presente,  conosce per la prima volta un’esistenza totalmente diversa, una dimensione altrettanto difficile ma frutto di una scelta consapevole..o forse di una fuga..

c6f888eb9c344cd8edb296bded0b3605

Gwyneth Paltrow and her mother Blythe Danner by Annie Leibovitz

 

Questo è l’incontro tra madre e figlia, che tornano vicine, dopo molti anni di nulla, senza nemmeno dirselo, in cinque giorni in cui dolore e gioia,  reticenza e lessico famigliare ritornano impetuosamente nella vita della protagonista, la figlia, Lucy.

9e007622313e0eaf28e3f758d4cf6815

Annie Leibovitz: Julianne Moore & daughter Liv Freundlich. Vogue, August 2014

Non credo esista rapporto più importante di quello con la propria madre, perchè si tratta di qualcosa in continuo divenire, che ricorda ad ogni donna, anche la più sola, di essere amata e di amare qualcuno incondizionatamente, di avere sempre qualcosa ancora da imparare, forse un modello a cui ispirarsi, sicuramente un’impronta sbiadita sulla sabbia che indica la giusta direzione negli attimi di smarrimento…

Avendo superato l’età per essere “soltanto”una figlia senza grandi responsabilità famigliari, oggi sono una giovane donna che potrebbe anche essere madre, almeno anagraficamente…;-) ecco perchè mi sono chiesta: che scarpe dovrebbero indossare le mamme e le figlie di oggi?

457d446a504bd0d45f6ffd693c35c7d1

Nadine Willis and his son for Gucci Ad Campaign Fall 2003

Ho ancora negli occhi le immagini della campagna Gucci del lontano 2003, quando l’allora direttore creativo Tom Ford aveva scelto come testimonial alcune modelle insieme ai loro bimbi poco più che neonati…ebbene è stato così che all’idea di madre ho iniziato ad associare anche quella di donna con una femminilità ed una giovinezza ancora da esprimere ed interpretare…

5ee9d5d317d045159b17c113a41ee0d3

Dewi Driegen and her daughter for Gucci Ad Campaign Fall 2003

Una neo mamma non dovrebbe in alcun modo rinunciare ad un bel paio di tacchi, altissimi, colorati e lussuosi…

2_1024x1024

Camilla Elphick Pez Classic

Io ho scelto questa pump di Camilla Elphick, newyorkese trapiantata a Londra che dopo aver collaborato con nomi di primordine come Nicholas Kirkwood, Sophia Webster e Charlotte Olympia, ha lanciato il suo marchio omonimo nell’estate 2015…e per la vostra piccola creatura, credo che le nuove mini Melissa create per il film Alice Through The Looking Glass siano qualcosa di irresistibile😉

3_1024x1024

Camilla Elphick

 

318745048500

Mini Melissa for Alice Through the Looking Glass S/S 2016

 

Il periodo degli anta per molte donne spesso coincide con l’adolescenza tormentata delle loro figlie, che entrano in conflitto col mondo e prima di tutto con loro stesse ed, a seconda dei casi, reagiscono con una rabbia violenta e ribelle, oppure con un’apparente apatia che nasconde uno stato confusionale…

Perchè non uscire insieme per una passeggiata? Perchè non fare un giro in libreria e poi andare comprare delle scarpe..? Mia madre mi ha sempre consigliato ottimi titoli e per quanto mi riguarda credo che l’unica calzatura che possano indossare insieme nello stesso momento della loro vita una mamma e sua figlia sia la trainer..

Charlotte-Gainsbourg-and-her-daughter-Alice-have-the-capsule-J-Brand-x-Comptoir-des-Cotonniers.

Charlotte Gainsbourg and her daughter Alice Attal for J Brand for Comptoir Des Cotinniers Spring 2016

Per le ragazzine qualsiasi tipo di tacco è altamente sconsigliato fino almeno alla maggiore età, quindi, se proprio volete fare quel gioco della mamma-amica-complice, buttatela sulla sportività e sul casual chic😉

Il modello Slash di Comptoir Des Cotonniers, non a caso pubblicizzato da Charlotte Gainsbourg e sua figlia Alice, è il più indicato sia per il design super cool, sia per il prezzo assolutamente democratico ed educativo: la vostra bimba avrà tutta la vita davanti per comprare scarpe da 500 euro😉

86d6a63ace67512ffc229a9956626911

Slash trainers by Comptoir Des Cotonniers

Infine, quando starà per librare le ali e rivedrete voi stesse da giovani specchiandovi nei suoi occhi, allora saprete di aver fatto gran parte del lavoro😉

Sarà arrivato per voi il momento di scegliere quella decollete dal tacco 5cm, che un tempo consideravate così “antica” e di sentirvi dare del Lei e chiamare Sig.ra…

Ho scelto il modello ispirato a Barbarella di Santoni, rigorosamente metallizzato per dare un po’di grinta e colore perchè non sarà certo la fine di tutto, ma semplicemente una nuova fase tutta da scoprire🙂

cindy-crawford-kaia-gerber-presley-gerber-by-mario-testino-for-vogue-paris-april-2016-1

Cindy Crawford and Kaia Gerber by Mario Testino For Vogue Paris April 2016

 

santoni_collection_printemps___t___2016_420____la_paire_6833.jpeg_north_499x_white

Santoni Spring 2016

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...