Here I Am

La fine delle vacanze segna, come da tradizione,  l’inizio di un nuovo anno : rientro in città con l’energia del mare e del vento, sperando che l’estate mi accompagni ancora per tutto settembre prolungando l’entusiasmo per i progetti e i buoni propositi che mi frullano nella mente…

c4e6f72a91e471a6c19d08e04c376902

Della valigia che ho appena disfatto sono due le cose che non archivio: i miei sandali Klio di Laurance Dacade, in suede blu, l’acquisto perfetto del 2016 e il romanzo breve di Hanif Kureishi, ” Nell’Intimità“, regalo di un amico che ho iniziato durante il viaggio di ritorno…

Ho cercato di convincermi che lasciare delle persone non è la cosa peggiore che puoi fare loro. Può risultare triste, ma non deve obbligatoriamente essere una tragedia. Se non si lasciasse niente o nessuno, non ci sarebbe spazio per il nuovo. Naturalmente andare avanti è un’infedeltà verso gli altri, verso il passato, verso la vecchia nozione di noi stessi. Forse ogni giorno dovrebbe prevedere almeno un’infedeltà essenziale o un tradimento necessario. Sarebbe un atto ottimista, un atto di speranza, che garantisce fiducia nel futuro, la prova che le cose possono essere non solo differenti, ma migliori.

Hanif Kureishi, Nell’Intimità

 

Laurence Dacade Klio suede sandals

Laurence Dacade Klio suede sandals

Il tacco comodo ed il colore elegante, ottima alternativa a flat ed infradito sotto pantaloncini e abiti di sangallo durante le cene vista mare, si preparano ora a dare il meglio in abbinamento ai jeans rigorosamente cropped e a mini abiti che esaltano la figura e l’abbronzatura nelle prossime intense settimane milanesi…

Assolutamente bocciato, invece, l’accostamento agli abiti da giorno lunghi: io che già non li amo, noto con sconcerto un brutto effetto “vecchia zia” come quello di Alicia Vikander a Venezia qualche giorno fa…

Alicia Vikander and Michael Fassbender at Venice Film Festival 2016

Alicia Vikander and Michael Fassbender at Venice Film Festival 2016

I primi acquisti tornata in città sono stati ” Eccomi” il nuovo lavoro di Jonathan Safran Foer, che aspetto da sette anni (l’ultima sua lettura era stata quella di Se Niente Importa) ed un paio di mule basse comode ed azzurre firmate Dorateymur, marchio londinese da tenere assolutamente d’occhio!

Here I Am by Jonathan Safran Foer

Here I Am by Jonathan Safran Foer

La cosa più difficile è tornare ad abituarsi alle scarpe chiuse dopo settimane in cui finalmente i piedi sono stati liberati ed hanno ripreso il vero contatto con lo spazio circostante…Dato che questa stagione è tutta una questione di slides, perchè quindi non sfruttare il trend utilizzando una comoda ciabatta per un rientro soft nelle scarpe?😉

Dorateymur Filiskyie slippers

Dorateymur Filiskyie slippers

Se non siete sicure che questo modello possa essere anche un ” next season-now investment”, date un’occhiata a Moda Operandi, che anticipa sempre i modelli del prossimo anno…

C’è questa collaborazione tra Beau Coops, brand unisex (sempre) londinese di Carrie Cooper e l’australiano Romance Was Born che ha prodotto piccoli capolavori tra slippers broccate o con irresistibili dettagli in pelliccia😉

Beau Coops For Romance Was Born slides

Beau Coops For Romance Was Born slides

Sono pronta ad accompagnarvi con letture, yoga, beauty tips e scarpe scarpe ed ancora scarpe da qui alla prossima uscita… si ricomincia!!😉

Will Adler 2012

Will Adler 2012

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...