Maradona Di Kusturica

Emir Kusturica è indubbiamente uno dei registi più originali e talentuosi del nostro tempo ed è sempre riuscito a conquistare critica e pubblico grazie ad uno stile unico, dove farsa, grottesco, surreale folklore e humor nero si intrecciano nel narrare vicende dai risvolti drammatici…basti pensare al visionario “Arizona Dream” o al suo capolavoro “Underground”, Palma d’Oro al Festival di Cannes nel 1995.

Purtroppo genio e sregolatezza sembrano averlo abbandonato sul set on the road di questo documentario dedicato al controverso personaggio di Maradona…

locandina (6)

Maradona di Kusturica

Nel ribadire di continuo la sua stima nei riguardi del Pibe de Oro, il regista serbo si limita ad un collage stereotipato di vecchie immagini che si alternano a brevi momenti di intervista.

La dipendenza dalla droga, il fatale incontro e l’amicizia con Castro, l’amore per la moglie e le figlie, la viscerale passione per il calcio, il malcelato messaggio sinistroide che traspare da ogni dialogo con qualche inevitabile frecciata a politici e dirigenti sportivi…tutto viene affrontato in maniera alquanto sbrigativa e superficiale e senza un apparente filo logico.

E mentre il campione argentino sembra un fiume in piena che non risparmia niente e nessuno, Kusturica ne approfitta per intervenire personalmente anche laddove non sarebbe necessario, parlando di sé, descrivendo la sua produzione artistica con un autocompiacimento che risulta irritante.

Voto 2/5