The Millionaire

Sempre un passo avanti sul presente, come già era stato per Trainspotting (1996) e The Beach (2000), Danny Boyle torna in grande stile, regalandoci una pellicola unica e per certi versi geniale che ancora una volta disturba, commuove e induce alla riflessione…

locandina (11)

The Millionaire

Una grande favola mediatica quella del diciottenne Jamal, il ragazzo del the nato nelle baraccopoli di Bombay, che seguiamo con tensione crescente nella scalata verso il milione, mentre ad ogni singola domanda del quiz corrisponde la narrazione di un nuovo capitolo della sua vita tragicamente straordinaria…

E’molto simile all’ inquietudine e al disagio la sensazione che si prova vedendo come lo studio del famoso programma televisivo sia perfettamente uguale a quello che ogni sera vediamo sul piccolo schermo comodamente seduti da casa e medesimi siano anche i suoni, l’atmosfera e le modalità del conduttore.

Proprio questa identità mista alla struttura melodrammatica tipica del cinema bollywoodiano – un eroe,un amore contrastato e l’inevitabile lieto fine,il tutto condito con la funzione narrativa della musica- , è la chiave di lettura di quest’opera assolutamente originale che non è soltanto il sogno di un indiano che diventa realtà, ma è il sogno di un qualsiasi uomo comune in una qualsiasi parte di mondo.

Voto 4,5/5